Torna all’Exhibition Area

Chemicare Srl


Corso Trieste 15/A

28100 Novara (Novara)

Italy


Telefono:
+393358136700

Fax:

Email:
beatrice.riva@chemicare.it

Website:
https://www.chemicare.it/


It’s a rare thing to care
AREA ESPOSITIVA STARTUP

ChemICare è una start-up innovativa nata come spin-off del Dipartimento di Scienze del Farmaco (Università del Piemonte Orientale) da un’idea della Dott.ssa Beatrice Riva (CEO e founder) e della Prof.ssa Tracey Pirali (CTO e founder) nel Dicembre 2016.

Il progetto di ChemICare mira allo sviluppo di nuovi farmaci per gravi patologie rare attualmente prive di cura e correlate all’alterazione di un meccanismo di regolazione del calcio intracellulare, definito Store Operated calcium entry (SOCE). In particolare i contesti patologici su cui si focalizza sono: le miopatia da aggregati tubulari (TAM), una patologia genetica a trasmissione autosomica dominante; la distrofia muscolare di Duchenne (DMD), una grave patologia neuromuscolare; e la pancreatite acuta (AP), un’infiammazione potenzialmente letale a carico del pancreas e degli organi peri-pancreatici.

I farmaci proposti sono piccole molecole brevettate (WO2017/212414, WO2021/165735-A1) e realizzate attraverso l’approccio di click chemistry, metodo molto rapido in grado di accelerare il chemical refinement, fondamentale per migliorare le proprietà farmacocinetiche e/o farmacodinamiche delle molecole. Sulla base dell’importante ruolo fisiopatologico del SOCE, le molecole proposte, modulando negativamente questo meccanismo, possiedono il potenziale di divenire una nuova strategia terapeutica per una serie di malattie rare attualmente prive di cura, causate dalla sua iper-attivazione (i.e. TAM, AP e DMD).

I principali vantaggi di queste molecole sono i seguenti: (i) sono piccole molecole organiche facilmente sintetizzabili; (ii) possiedono elevata potenza e selettività nei confronti delle proteine chiave del meccanismo SOCE; (iii) non inducono citotossicità alle concentrazioni efficaci; (iv) possiedono un’eccellente tollerabilità e buona stabilità metabolica in modelli murini; (v) sono efficaci da un punto di vista terapeutico in modelli murini specifici per tutti i contesti patologici sopradescritti (TAM, AP e DMD).

Per tutte queste patologie allo stato attuale non esiste una strategia terapeutica risolutiva, ma solamente terapie sintomatiche. Le possibili applicazioni terapeutiche delle molecole proposte riguardano sia le patologie in cui esse hanno già dimostrato la loro potenzialità terapeutica, ma potranno essere estese a tutte le patologie caratterizzate da iper-attivazione del SOCE e overload di calcio intracellulare.

Attualmente, l’attività di ChemICare si sta concentrando sugli studi preclinici, fondamentali per dimostrare la sicurezza di un nuovo farmaco prima di passare allo sviluppo clinico.



Torna all’Exhibition Area